Recovery, Fidanza (FdI-ECR): Gualtieri e Amendola ammettono ritardo, governo non in grado di gestire piano

“Tra un penultimatum renziano e riunioni estenuanti, emerge finalmente la verità negata per settimane dal governo: l’Italia è in ritardo sul Recovery Fund. Lo ammettono finalmente in due interviste parallele i ministri Pd Gualtieri e Amendola, probabilmente per lasciare il cerino in mano a Renzi”. È quanto dichiara in una nota il Capodelegazione di Fratelli d’Italia-ECR al Parlamento Europeo, Carlo Fidanza. “Impegnati nelle loro imbarazzanti beghe da cortile i partiti di governo hanno fermato i lavori sul Next Generation Italia, su cui ormai si stanno accumulando settimane di ritardo rispetto agli altri principali Stati europei. Al di lá di qualche bozza generica e di una inaccettabile ipotesi di ripartizione delle risorse, non c’è traccia di progetti concreti, del necessario coinvolgimento delle opposizioni così come delle forze produttive, delle Regioni e degli enti locali che saranno soggetti fondamentali per attuare il piano. La verità è che il governo Conte non è in grado di progettare e ancor meno di gestire un programma di interventi ambizioso e che soltanto un governo forte e coeso potrà mettere in campo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.